NORMATIVA








ATTIVITA’

1.0 L’attività del Ciclocross inizia il 01 gennaio e termina il 31 dicembre.

 

CATEGORIE

2.0 Le categorie si dividono in giovanili, agonistiche e amatoriali, come segue:

Categorie giovanili

• Esordienti 1° anno M/F (ES1/ED1, 13 anni)

• Esordienti 2° anno M/F (ES2/ED2, 14 anni)

• Allievi 1° anno M/F (AL1/DA1, 15 anni)

• Allievi 2° anno M/F (AL2/DA2, 16 anni)

Categorie Agonistiche

• Junior M/F (J/DJ, 17-18 anni)

• Under 23 M/F (U23/DU23, 19-22 anni)

• Elite M/F (E, 23 ed oltre)

Categorie amatoriali

Amatori fascia 1

• Master Junior (17-18 anni)

• Elite Sport (ELMT, 19-29 anni)

• Master 1 (M1, 30-34 anni)

• Master 2 (M2, 35-39 anni)

• Master 3 (M3, 40-44 anni)

Amatori fascia 2

• Master 4 (M4, 45-49 anni)

• Master 5 (M5, 50-54 anni)

• Master 6 (M6, 55-59 anni)

. Master 7 over (60 anni oltre)

Master Woman

• Junior Sport Woman (17-18 anni)

• Elite Sport Woman (19-29 anni)

• Master Woman 1 (MW1, 30-39 anni)

• Master Woman 2 (MW2, 40 anni e oltre)

 

2.1 Gli atleti della categoria Master Junior e Junior Sport Woman possono svolgere solo attività a valenza regionale, accorparti ai pari età, sui 40 minuti.

 

2.2 Il passaggio di categoria degli atleti (giovani, agonisti e amatori) alle gare di ciclocross è fissato al 15/09 di ogni anno. Dal 15.09 si potrà richiedere il prestito temporaneo degli atleti appartenenti alle categorie agonistiche e giovanili, vincolato al parere del Comitato Regionale e che rimane valido fino al 10 febbraio.

I tesserati della categoria Esordienti M/F 1° anno possono gareggiare esclusivamente con la tessera della categoria esordiente, quindi dal 1° gennaio.

Fino al 31 Dicembre, in concomitanza con le gare agonistiche, può essere inclusa una prova per la categoria G6 M/F della durata massima di 20 minuti.

 

TEMPI DI GARA

3.0 La durata della gara per ciascuna categoria è prestabilita come segue:

• Esordienti 1°/2° anno M/F 30 minuti di gara

• Allievi 1°/2° anno M/F 30 minuti di gara

• Junior M/F 40 minuti di gara

• Under 23 – Elite F 40 minuti

• Under 23 – Elite M 60 minuti di gara

• Master Junior – M4 – M5 – M6 - Master 7 over e Master Woman tutte 40 minuti di gara

• Elite Sport – M1 – M2 – M3 60 minuti di gara

3.1 Il numero dei giri da percorrere è calcolato sulla base del tempo impiegato dal primo corridore a percorrere i primi due giri; successivamente verrà esposto il numero dei giri che mancano.

3.2 Nelle gare Nazionali e Internazionali il Presidente di Giuria e il Delegato Tecnico (o il DOF Direttore di Organizzazione  Gare Fuoristrada, figura obbligatoria), comunicheranno alla riunione Tecnica e prima di ogni singola partenza se i corridori doppiati verranno fermati (regola dell’80%). In caso contrario, essi potranno terminare la prova dopo l’arrivo del vincitore (inteso per singola categoria maschile o femminile).

 

PARTECIPAZIONE

4.0. GARE INTERNAZIONALI:

Elite ‐ Under 23 ‐ Junior - Donne Open (Donne Elite, Donne Under 23, Donne Junior)

4.1 GARE NAZIONALI e REGIONALI

Elite ‐ Under 23 ‐ Junior - Donne Elite/U23 - Donne Junior

Esordienti M/F - Allievi M/F

Elite Sport, Master 1‐2‐3‐4‐5‐6-7 over - Elite Sport Woman, Master Woman 1 e 2

4.2 E’ consentita la partenza di tesserati agli Enti di Promozione convenzionati FCI solo nelle gare regionali e nelle gare nazionali su richiesta delle società organizzatrici.

4.3 In tutte le gare, un responsabile del Team può presentare alla verifica, tessere o Modulo S.I.F. (Fattore K).

 

RAGGRUPPAMENTI di PARTENZA (tranne che nel Campionato Italiano)

5.0 Gli atleti Allievi 1° e 2° anno corrono di norma in promiscuità con partenza unica e classifica unica. Nel caso in cui si proceda con partenze separate, anche le classifiche saranno separate.

Anche gli atleti Elite e Under 23 corrono di norma in promiscuità con partenza unica e classifica unica.

Le Donne Junior corrono in promiscuità con le Donne Elite e Donne Under 23 con classifica separata e una premiazione propria qualora siano almeno tre alla partenza. Le Donne Master gareggiano nella stessa prova delle donne agoniste ma con partenza distanziata di almeno 60 sec. e classifica propria.

Gli amatori Elite Sport, Master 1‐2‐3 (amatori fascia 1), così come gli amatori Master 4-5-6-7 over (amatori fascia 2 e 3) corrono in promiscuità ed eventuali punti Top Class sono assegnati in base alla classifica unica.

5.1 Il Presidente di Giuria, concordando con il Delegato Tecnico o con il Direttore di Organizzazione, a tutela della sicurezza in gara, ha facoltà di dividere le categorie (partenze e classifiche separate).

 

ACCORPAMENTI di CATEGORIA

5.2 Gli accorpamenti, per le categorie agonistiche, devono essere fatti nel caso in cui ci siano meno di 5 atleti partenti della singola categoria maschile, 3 per le categorie femminili. Le classifiche dovranno essere stilate per ogni accorpamento e l’assegnazione dei punti sarà fatta sulla base della classifica unica (art 14).

5.3 Si deve considerare il tempo di gara della categoria inferiore per gli atleti che partono in promiscuità (vedi punti 3.0 e 5.0).

5.4 La premiazione deve essere effettuata sulla base della classifica unica.

 

IDENTIFICAZIONE dei CORRIDORI

6.0 Gare Internazionali: un numero dorsale e 2 numeri adesivi alla spalla, in conformità norme UCI.

6.1 Gare Nazionali, in conformità norme UCI; Regionali: un numero dorsale e un numero adesivo al casco.

APPROVAZIONE GARE

Gare Internazionali ‐ Nazionali:

7.0 La richiesta di inserimento nel calendario Nazionale, è definita con apposito Comunicato dal Settore Fuoristrada.

7.1 Tutta la documentazione relativa alle suddette gare di ciclocross, deve essere invitata per l’approvazione almeno 30 giorni prima della gara esclusivamente a: S.T.N. Settore Fuoristrada – Federazione Ciclistica Italiana - Via Piranesi, 46 - 20124 Milano tel. +39026701464 fax +39026705364 fuoristrada@federciclismo.it.

Gare regionali:

7.2 La comunicazione delle date relative alle prove regionali che assegnano punti Top Class (art.13 e 14) deve pervenire al S.T.N. Settore Fuoristrada entro il 1° ottobre 2017 (art 13.2).

 

CAMPIONATI REGIONALI

8.0 I Campionati Regionali devono svolgersi in prova unica, e assegnano ai primi 25 classificati i punti della Top Class. L’assegnazione del montepremi in denaro è a discrezione dell’Organizzatore

Contestualmente alla gara nazionale e/o internazionale si può assegnare il titolo di  Campionato Regionale.

I titoli di Campione Regionale di ciclocross sono i seguenti:

Esordienti 1° anno M/F, Esordienti 2° anno M/F, Allievi 1° anno M/F, Allievi 2° anno M/F

Junior M/F, Under 23 M/F, Elite M/F

Master junior, Elite Sport - Master 1-2-3-4-5-6-7 over

Elite Sport Women, Master Women 1 e 2

I Comitati Regionali hanno facoltà di assegnare dei titoli divisi o accorpati per le varie categorie in base ai partecipanti; tali accorpamenti devono essere ufficialmente comunicati nella riunione tecnica prima delle gare.

8.1 I titoli regionali devono essere assegnati entro e la domenica antecedente il Campionato Italiano.

 

CAMPIONATI NAZIONALI

8.2 I titoli di campione italiano di ciclocross sono i seguenti:

§  Esordienti 1° anno M/F

§  Esordienti 2° anno M/F

§  Allievi 1° anno M/F

§  Allievi 2° anno M/F

§  Junior M/F

§  Under 23 M/F

§  Elite M/F

§  Elite Sport

§  Master 1

§  Master 2

§  Master 3

§  Master 4

§  Master 5

§  Master 6

§  Master 7 over

§  Elite Sport Women

§  Master Women 1

§  Master Women 2

8.3 Ai Campionati Italiani, gli atleti premiati si dovranno presentare alla cerimonia protocollare in tenuta da corsa, con la loro maglia sociale, senza casco, fascette o occhiali e cappellini, questo fino al momento nel quale abbandoneranno l’area prevista per la premiazione (analogia Art. 9.1.046 Regolamento UCI).

8.4 Nelle prove di Campionato Italiano la composizione delle griglie di partenza è stabilita come previsto all’art.12.2 e le partenze sono:

Esordienti 1° anno (30 min.)

Esordienti 2° anno M (30 min.)

Esordienti 2° anno F + Esordienti 1° anno F griglie separate e partenza a 30” (30 min.)

Donne Allieve 2° anno + Donne Allieve 1° anno griglie separate e partenza a 30” (30 min.)

Allievi 1° anno M (30 min.)

Allievi 2° anno M (30 min.)

Junior M (40 min.)

Donne Elite, Donne Under 23 ‐ Donne Junior ‐ Elite Sport Women, Master Women, griglie separate, partenza a 1-3 minuti (tra agonisti e amatori) (40min.)

Under 23 M (50 min.)

Elite M (60 min.)

Elite Sport e Master 1 griglie separate partenza a 30” (60 min.)

Master 2 – 3 griglie separate partenza a 30” (60 min.)

Master 4 – 5 – 6 – 7 over griglie separate partenza a 30” (40 min)

E’ data facoltà al Presidente di Giuria, sentito il Delegato Tecnico, e l’Organizzatore, accorpare o dividere ulteriormente le partenze tenendo conto del numero degli iscritti o di particolari situazioni ambientali.

8.5 La Società organizzatrice dei Campionati Italiani, corrisponde, rimborso forfettario alle singole Società, per singolo Atleta , che sarà liquidato sul posto o tramite bonifico nei 15 gg successivi, in base alla classifica finale, come segue:

- alle prime 5 classificate Donne Esordienti 1° anno, Donne Esordienti 2° anno, Donne Allieve 1° anno, Donne Allieve 2° anno; Donne Junior; Donne Under 23; Donne Elite

‐ ai primi 10 classificati Esordienti 1°anno                                                                              - ai primi 15 classificati Esordienti 2° anno                                                             ‐ ai primi 10 classificati allievi 1° anno                                                                   ‐ ai primi 15 classificati allievi 2° anno                                                                                       ‐ ai primi 20 classificati Juniores                                                                                                 ‐ ai primi 10 classificati Under 23                                                                                                ‐ ai primi 10 classificati Elite

Annualmente STF-SF, con apposito comunicato, definirà gli importi rimborsabili deliberati dal Consiglio Federale(per 2018 -100,00€)                                                                                 8.6 Sono ammessi i cittadini italiani, tesserati FCI o a federazioni riconosciute dall’UCI, codice ITA. 8.7 Nel caso in cui, alla partenza ci siano meno di 5 Atleti delle categorie agonistiche e giovanili e meno di 3 Atleti delle categorie Master, si provvederà all’accorpamento, con assegnazione di un unico titolo al vincitore assoluto.                                                                                    8.8 La composizione delle griglie di partenza è stabilita in base al Ranking UCI e alla classifica Top Class per gli esordienti 1° anno MF si provvede al sorteggio palese durante la riunione tecnica.

TITOLI e MAGLIE

9.0 Nella stagione successiva, fino alla data del Campionato Italiano individuale escluso, il titolare che ha conquistato la maglia nella categoria Esordienti e Allievi nel suo primo anno ha l’obbligo di vestirla in tutte le gare anche nell’anno successivo, in quanto ne rappresenta la categoria.

9.1 La squadra detentrice il titolo di Campione di Società ha facoltà, nella stagione entrante, di apporre sulle maglie dei propri atleti lo scudetto tricolore o identica serigrafia.

 

MATERIALI

10.0 Nelle gare regionali, è consentito l’uso di ogni tipo di bicicletta e forcella. Se MTB, manubrio largo al massimo 600 mm

10.1 Nelle gare nazionali viene regolamentato come segue:

a) Ad Esordienti M/F e Allievi M/F ‐ Master tutti M/F è consentito l’uso di ogni tipo di bicicletta e forcella. Se MTB, manubrio largo al massimo 600 mm

 

b) Per tutte le altre categorie vige il regolamento UCI.

10.2 Le biciclette utilizzate in gara devono essere conformi a quanto stabilito in materia nel Capitolo 1del R.T. UCI agli Artt. 1.3.006, 1.3.007, 1.3.008, 1.3.009 e 1.3.010,  nonché Artt.4.1.039 e 4.1.039 bis del Capitolo 4 Regolamento UCI ,rispondere al criterio di sicurezza e montare ruote dello stesso diametro.               

10.3 E’ proibito l’utilizzo di telefoni cellulari, di qualsiasi apparecchiatura ricetrasmittente e/o prodruttice-riprodruttice di suoni ed immagini, munita o non di auricolari ,se non espressamente autorizzati  dalla Struttura Tecnica, per ragioni di sicurezza/ emergenza/riprese TV ).                         Le “micro-camere”, saranno montate in modo da non compromettere la sicurezza dell’Atleta e solo sulla bicicletta o sul frontino del casco.              

             

PERCORSI

Gare Nazionali e Internazionali

11.0 Il percorso deve essere un circuito, chiuso al traffico, avente una lunghezza minima di 2,5 km e massima di 3,5 km ed essere almeno per il 90% pedalabile.

11.1 Devono essere tracciati sul terreno, prima della linea di partenza, otto corsie aventi una larghezza di almeno 75 cm ed una lunghezza di 10 metri per la composizione delle griglie di partenza dei corridori.

11.2 Sul percorso si può prevedere un numero limite di sei ostacoli di cui al massimo uno artificiale.

Per ostacolo s’intende qualsiasi tratto naturale del percorso che induca (ma non obblighi) l’atleta a scendere dalla bicicletta. La lunghezza di un ostacolo non deve superare gli 80 metri. Sono vietate le scalinate da percorrersi in discesa.

L’ostacolo artificiale, laddove presente, deve essere composto da due tavole disposte a 4 metri una dall’altra e devono essere compatte su tutta l’altezza massima di 40 cm. L’ostacolo artificiale deve essere rimosso in caso di anomala scivolosità del percorso su decisione del Presidente di Giuria, in accordo con gli organizzatori e Delegato Tecnico. Nei pressi della zona box non devono essere presenti ostacoli di alcun tipo, nemmeno naturali.

11.3 Deve essere previsto un doppio box assistenza tecnica. Il percorso antistante tali zone deve essere diviso nel senso di marcia in due parti (anche a mezzo di nastro segnaletico) il corridore può prendere la corsia box solo per il cambio di ruota o di bicicletta o per ottenere assistenza meccanica ; in tutti i casi è obbligatorio scendere e risalire sulla bici. Il cambio deve essere fatto nel limiti del box. Il corridore che ha oltrepassato la fine del box, per cambiare la bicicletta o la ruota, deve continuare fino al box successivo.

Il corridore che si trovi ancora nella corsia di corsa, senza però aver superato il limite del box, può raggiungere quella di cambio materiale, a condizione di ritornare a ritroso sulla corsia di corsa ed entrare al box, senza danneggiare gli avversari.

Nel caso di temperatura superiore ai 20°, il Collegio di Giuria, comunicandolo nella riunione tecnica, può autorizzare il rifornimento, nella corsia di cambio materiale. In queste condizioni il cambio non è autorizzato nei primi 2 e negli ultimi 2 giri.

 

11.4 Prove ufficiali del percorso: un’ora prima dell’inizio delle gare il percorso viene aperto per le prove ufficiali. L’apertura del percorso va fatta dal Responsabile dell’Organizzazione, che deve garantire l’efficienza del servizio d’ordine e la presenza dell’assistenza sanitaria. Per accedere al percorso in bicicletta è in ogni caso obbligatorio l’uso del casco sia per atleti che per tecnici/accompagnatori.

Una bandiera rossa posta sulla linea d’arrivo, segnalerà la chiusura del percorso e quella verde del percorso aperto agli atleti.

 

GRIGLIE di PARTENZA

12.0 Gare regionali e nazionali: l’ordine di partenza si basa sulle Ranking UCI/Top Class Nazionale/Classifica del Trofeo Regionale. E’ facoltà del Commissario Tecnico schierare nelle prime file della griglia di partenza atleti di interesse nazionale.

12.1 Alla prima gara stagionale sia regionale che nazionale, per le categorie m/f esordienti, allievi, e amatori la griglia va fatta a sorteggio palese, durante la riunione tecnica o alla chiamata in griglia. Per le categorie UCI (Juniores m/f, Elite m/f, Under23 m/f) si considera la classifica UCI e si procede con il sorteggio per gli atleti rimanenti.

12.3 Nelle gare Internazionali come da Regolamento UCI, ossia in base al ranking UCI; a seguire Top Class Nazionale ed infine per sorteggio.

 

 

TOP CLASS

13.0 Le prove Valide per l’assegnazione dei punteggi Top Class sono:

INTERNAZIONALI

Gare internazionali

NAZIONALI

Gare nazionali

Coppa Italia (solo per le categorie giovanili)

Campionato Italiano

REGIONALI

Campionato Regionale

 

13.1 La convocazione, da titolare, nella Squadra Nazionale assegna all’atleta un punteggio per la classifica Top Class (vedi al punto 14.4).

13.2 Ogni Comitato Regionale deve comunicare entro il 1° ottobre (art 7.2) a S.T.N.-Settore Fuoristrada la data di svolgimento della prova di Campionato Regionale (vedi art.14).

13.3 Per le gare Regionali (Campionato Regionale) che assegnano punti Top Class, gli ordini di arrivo correttamente formulati in formato excel, vanno inviati dalla società organizzatrice assolutamente entro 3 giorni dalla data di svolgimento della gara alla segreteria del Settore Fuoristrada solo ed esclusivamente fuoristrada@federciclismo.it. per il corretto inserimento nelle classifiche nazionali.  Il mancato invio entro tale termine comporta la mancata attribuzione dei punteggi.

 

ASSEGNAZIONE PUNTEGGIO TOP CLASS

14.0 Vengono assegnati punti ai primi 25 atleti classificati in base all’ordine d’arrivo di categoria o accorpamento.

14.2 I punti sono attribuiti nel seguente modo:

35 al 1° - 30 al 2° ‐ 26 al 3° ‐ 23 al 4° ‐ 21 al 5°‐ 20 al 6° ‐ 19 al 7° ‐ 9 18 al 8° ‐ 7 17 al 9° ‐ 6 16 al 10° ‐ 5 15 al 11° ‐ 4 14 al 12° ‐ 3 13 al 13° ‐ 2 12 al 14° ‐ 1 11 al 15° - 10 al 16°- 9 al 17°- 8 al 18°- 7 al 19°- 6 al 20°- 5 al 21°- 4 al 22°- 3 al 23°- 2 al 24°- 1 al 25°.  

14.3 Il punteggio sopra acquisito è moltiplicato per il seguente coefficiente:

GARE INTERNAZIONALI punteggio per tre

·         previa comunicazione del risultato da parte della società

GARE NAZIONALI, Campionato Italiano, Coppa Italia Giovanile, punteggio per due

GARE REGIONALI punteggio per uno

·         Campionato Regionale: punti assegnati ai primi 25 atleti classificati, indifferentemente regionali ed extraregionali.      

In caso di accorpamento viene considerata la classifica generale delle categorie accorpate (art. 5.2).

14.4 Agli atleti convocati nella Squadra Nazionale, purché titolari, sono assegnati una tantum 60 punti.

 

CICLOCROSS,  Team Relay a squadre

15.0 Si possono organizzare prove di Ciclocross Team Relay a squadre, la partecipazione è consentita alle categorie Agonistiche, Master e Giovanili e si corre sui 5 giri. La squadra Agonisti e/o Master è composta da 4/5  staffettisti della stessa società, nelle squadre possono partecipare anche atleti stranieri, regolarmente tesserati FCI e alle Squadre è concesso di schierare un proprio tesserato, per un secondo giro, però “non consecutivo”.

15.1 La composizione della Squadra Agonisti, deve obbligatoriamente prevedere 2 Donne (Elite, Under o Juniores e sarà completata indifferentemente con Juniores e/o Under 23 e/o Elite, m/f .                                                                                                 La composizione della Squadra Master, deve obbligatoriamente prevedere 1 Donna (ELMW,MW1-2), e sarà completata indifferentemente con Elite Sport e/o Master 1/2/3/4/5/6/7 oltre.

15.2 L’ufficializzazione della squadra avviene durante le operazioni di verifica tessere; ogni Tecnico consegna, su modulistica fornita dall’organizzazione, la lista dei partenti ed il loro ordine.

15.3 Si sviluppano, con un chilometraggio minimo di 2 Km ed un massimo di 3,5 km, in circuito.

15.4 Le zone di partenza ed arrivo devono essere di sufficiente larghezza così da poter predisporre tanti box di cambio, quante sono le squadre in corsa. Ogni cambio avviene all’interno del box, identificato dal numero della squadra in corsa.

15.5 La zona d’arrivo deve prevedere un’ampia visibilità per vedere anticipatamente i numeri al cambio.

15.6 Le placche numeriche, avranno l’identificazione del team numerico e  dello staffettista letterale (Es.: 1A-1B-1C-1D-1E).

15.7 Può essere predisposta una sola zona di assistenza tecnica

15.8 La Griglia di partenza è a sorteggio e determina, anche, la successione dei box di cambio.

15.9 Tutti gli atleti staffettisti, dovranno concludere il proprio giro, pena la squalifica di tutta la squadra.

15.10 L’ordine di partenza è stabilito dal tecnico, che consegna al Collegio di Giuria l’ordine dei propri staffettisti.

15.11 Il cambio fra i componenti, della stessa squadra, avviene da fermo, per contatto,  nello spazio assegnato. Qualora il cambio non avvenga nel rispetto delle modalità regolamentari è prevista espulsione dalla corsa della Squadra.

15.12 Nella Staffetta Giovanile, sui 5 giri,  il percorso deve prevedere un anello di 2/3 km giro; ogni staffettista compie un unico giro.

15.13 La composizione della squadra di staffetta deve prevedere 2 Donne Allieva e/o Esordiente, 1 Esordiente m/f ed altri 2 frazionisti indifferentemente delle categorie Esordienti m/f e/o Allievi m/f. L’ordine di partenza è stabilito dal tecnico che consegna al collegio di Giuria l’ordine dei propri staffettisti.

15.14 Il cambio, fra i componenti della stessa squadra, avviene da fermo,per contatto,  nello spazio assegnato. A cambio non regolamentare, espulsione dalla corsa.

PREMI E TASSE

16.0 Le tabelle relative ai montepremi ed alle tasse gare del Settore Ciclocross sono contenute nelle tabelle